Ibridi e linguaggio

JASs2013 (cover)Abbiamo pubblicato il nuovo volume del Journal of Anthropological Sciences (JASs 2013). Quest’anno sono centrali i temi cognitivi, in particolare quelli associati all’evoluzione del linguaggio. L’editoriale, scritto da me e da Cedric Boeckx, marca alcuni limiti passati e presenti delle ricerche linguistiche. Cedric Boeckx poi presenta una sintesi della moderna biolinguistica. Victor Longa aggiunge una prospettiva chomskyana tra linguistica e biologia. Leee Overmann e Fred Coolidge parlano di isolamento riproduttivo nelle popolazioni Neandertaliane, alla luce delle evidenze biologiche e culturali. Un forum affronta nello specifico il tema dell’evoluzione del linguaggio e dell’ibridizzazione delle specie umane, sopratutto con riferimento ai Neandertal. Partendo da un articolo di paleogenomica di Antonio Benítez-Burraco e Lluís Barceló-Coblijn, il forum conta con nove contributi, scritti da Emiliano Bruner, Francesco Ferretti, John Hawks, Luke  Premo, Fabio Di Vincenzo, Giorgio Manzi, Ana Villar, Antoni Gomila, e Antonio Rosas. Il mio contributo si orienta verso un cammino già proposto altre volte: la necessità di un approccio quantitativo e scientifico in paleontologia umana. Fino a quando i paleontologi continueranno a disegnare gli scenari “possibili” invece che quelli “probabili” sarà difficile che questa disciplina possa da un lato raggiungere prospettive robuste, dall’altro affermarsi con coerenza nell’ambito dei settori scientifici. Le ipotesi su linguaggio, ibridizzazione, preistoria, e geni, si continuano ad assemblare seguendo un approccio descrittivo e speculativo che tiene conto solo della “compatibilità” di una certa teoria con le conoscenze, e non della sua probabilità di essere adeguata alle evidenze analitiche. In alcuni casi non c’è altro da fare, perché i dati sono quelli che sono. Ma non bisogna farsi scappare la mano, abbandonando il laboratorio per la solita comoda poltrona da dove raccontare storie di genti lontane guardando all’orizzonte. Attenzione, che come sempre oltre alle reali ipotesi scientifiche anche le opinioni possono essere valide, utili, e illuminanti. Ma non bisogna venderle per provate verità. Lasciamo il terreno del possibile e dell’insondabile alla religione, e alla politica.

E Bruner

~ di Emiliano Bruner su dicembre 1, 2013.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: