Fibre

Il corpo calloso ha sempre rappresentato una sintesi di frustrazione neuroanatomica. Non è corteccia né nucleo di attivazione neurale ma è fondamentale in ogni processo cognitivo, massima espressione della specializzazione emisferica e delle asimmetrie funzionali. Struttura facile da localizzare e da riconoscere in tutta la sua perfetta caratterizzazione morfologica, ma di geometria elusiva e irriverente, impossibile da quantificare con serenità nei suoi volumi e nella sua forma. Istologicamente inconfondibile, ma di tessuto terribilmente sensibile alle alterazioni delle tecniche di preparazione anatomica. Una sezione bidimensionale mediana definita e discreta, ma con derivazioni tridimensionali sfumate e difficili da controllare. Insomma, un elemento cerebrale estremamente caratterizzato e allo stesso tempo impossibile da caratterizzare. Problemi nel reperire campioni numerosi, problemi nel preparare sezioni istologiche stabili e sensate, e infine problemi nel decidere come trasformare in numeri le sue variazioni. Non c’è da sorprendersi se i risultati non sono ad oggi eccessivamente concordi, e solo recentemente con le tecniche digitali si sta iniziando a dare un contorno più definito alle domande. Le differenze sessuali sono un caso noto, con evidenze che ne quantificano gli aspetti e evidenze che li negano. Pubblichiamo questo mese un articolo sulla variazione della sezione mediana del corpo calloso, utilizzando tecniche di anatomia digitale, modelli geometrici, e statistica multivariata. I risultati suggeriscono che l’integrazione tra le varie parti del profilo del corpo calloso sia scarsa, probabilmente perché le influenze lungo il suo contorno sono diverse e indipendenti. Questo spiega anche l’estrema variabilità tra gli individui, nota da sempre per questa struttura. Le differenze sessuali ci sono, ma sono sinceramente minime, e integralmente associate a variazioni allometriche: i maschi hanno cervelli più grandi, e la variazione di taglia induce conseguenti variazioni nella geometria della distribuzione delle fibre. Ora, vai a sapere se queste differenze sono dovute alle fibre stesse, o a fattori esterni al corpo calloso associati alle influenze delle strutture anatomiche contigue. Per il momento, meglio non cedere alla tentazione di impressionare il pubblico con ipotesi da cablaggio cartesiano. Però magari è conveniente prestare attenzione al tema allometrico del conflitto tra massa neurale e connessione interemisferica: una cognizione che pensa al cubo, ma una informazione che passa al quadrato.

E Bruner

~ di Emiliano Bruner su febbraio 3, 2012.

Una Risposta to “Fibre”

  1. Caro Emiliano,
    il lavoro, come tutti quelli da te pubblicati, è condotto in modo rigoroso e le sue conclusioni, per quanto non definitive, sono ragionevoli. Le variazioni allometriche della “globale” forma del corpo calloso andranno però necessariamente studiate e approfondite con lo studio della morfologia delle fibre costituenti questa struttura. Che rapporto c’è, ad esempio, tra il volume globale del corpo calloso e le dimensioni medie delle fibre che lo costituiscono? Grandi corpi callosi contengono fibre più voluminose oppure fibre più numerose? La trattografia non consente una misura volumetrica attendibile a livello delle singole fibre. Penso che, al momento, l’istologia – per quanto “disturbata” dalle alterazioni in vitro – sia ancora l’unica via per uno studio volumetrico attendibile.
    Lunedì prossimo ti penserò perché dovrò rimuovere un tumore intraventricolare attraverso un’apertura del corpo calloso….

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: