Neurospot: Cioclovina

Sensazionale. Lo studio del calco endocranico di Cioclovina, Romania, ha rivelato le incredibili sfumature dell’evoluzione umana: un individuo moderno (“unquestionably modern”), con solo poche parti mancanti poi ricostruite usando un altro individuo contemporaneo, risulta avere un calco endocranico perfettamente moderno, con un sistema vascolare moderno, una capacità cranica moderna, e uno schema di asimmetrie cerebrali moderne. Il tutto grazie a tecniche digitali di fina risoluzione geometrica e una statistica di estremo dettaglio. Il tutto su una prestigiosa rivista di anatomia, con dedica di copertina. Poi dice che tagliano i fondi alla paleontologia …

E Bruner

~ di Emiliano Bruner su luglio 5, 2011.

2 Risposte to “Neurospot: Cioclovina”

  1. Molto interessante. ho letto pure questo: pages.nycep.org/nmg/pdf/25.pdf (però ho avuto tempo solo per l’abstract…). Mi ha colpito quando dice “Our results show Cioclovina to be entirely modern in its cranial shape, and do not support the hypothesis that it represents a hybrid”.
    Insomma alla ricerca di un mix tra neanderthal e homo sapiens (darwin produce strane miscele di aspettative…), finiscono pe trovare uno stretto parente, anzi un familiare della famiglia moderna. anelli sfuggenti… (le immagini sono bolto bellle)

  2. Si c’è sempre del morboso sugli ibridi … E’ la ricerca della stranezza, poca scienza e molta fantascienza … Si da per scontato che un ibrido fossile possa essere riconoscibile, che un ibrido sia una creatura mezzo-e-mezzo, e che l’esistenza di ibridi possa dare informazioni drastiche sull’evoluzione. Qualche anno fa ho pubblicato questa articolo che parla anche di questi temi:

    http://www.emilianobruner.it/pdf/Bruner_HE2004.pdf

    Il problema qui è che questo fossile, importante per la sua antica datazione, è però un umano moderno moderno, senza ombra di dubbio (come dicono gli stessi autori). Quindi non si capisce l’importanza di analizzarne la morfologia del calco endocranico. Senza contare che inoltre quasi solo si tratta di una analisi puramente descrittiva, e per di più di molti caratteri che sono comuni a tutte le specie del genere Homo, anche a quelle estinte (i seni venosi, le asimmetrie cerebrali, etc.). Insomma, ecco … come dici tu … le immagini sono molto belle … ma la ricerca dovrebbe andare un pó oltre …

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: