Creatività

Creatività vuol dire trovare relazioni utili e interessanti in un contesto statisticamente poco probabile, secondo i parametri di un dato momento o di una data popolazione. Deduzione e induzione si rimbalzano la palla fino a trovare un nuovo equilibrio. Il tutto a filo di rasoio tra passato e futuro, ovvero dosando attentamente il conosciuto e l’ignoto. Un eccesso di cautela porta alla stasi, un difetto alla pazzia. La soglia è sottile, ed è facile restare troppo indietro o passare troppo avanti. Il panorama si vede dalla vetta: un passo indietro ti toglierà il piacere di viverlo nella sua completezza, ma un passo avanti c’è il precipizio che non perdona. La creatività è un equilibrio tra credere nel vecchio e avere fiducia nel nuovo, rompere gli schemi il giusto, per non lasciare tutto com’è ma senza arrivare alla follia. Eliminare vecchie regole ma avendo avuto l’attenzione di crearne di nuove. E il tutto contestualmente, ovvero d’amore e d’accordo con le necessità e con le capacità di una società in un dato momento storico e culturale. Servono capacità di simulazione, servono livelli di attenzione e di filtro, servono funzioni di coordinamento e di integrazione sensoriale e cognitiva. E poi serve anche un pó di fortuna. La rivista PaleoAnthropology pubblica ora gli articoli nati da un meeting del 2007 (!) dell’Università di Southampton, su Innovazione e Creatività. L’idea è di caratterizzare il concetto di creatività a livello antropologico e archeologico, in modo da poterne considerare almeno in termini di ipotesi il ruolo nell’evoluzione umana. A livello paleontologico mi limito a citare due fonti di informazioni, deboli ma interessanti: le variazioni neurali necessarie a garantire il substrato cognitivo, e le variazioni nei cicli biologici necessarie a creare un substrato sociale fertile e sensibile alla … curiosità.

La frase scientifica più eccitante, quella che precede le grandi scoperte,
non è “Eureka”, ma “Che strano”
(Isaac Asimov)

E Bruner

~ di Emiliano Bruner su giugno 9, 2011.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: