The Human Brain Evolving

Nel 2007 un gruppo piuttosto vasto di ricercatori coinvolti nello studio dell’evoluzione cerebrale si incontrano a Bloomington, Indiana University, con motivo specifico di celebrazione: un omaggio alla carriera di Ralph Holloway, e agli studi paleoneurologici. Quattro anni dopo lo Stone Age Institute pubblica “The Human Brain Evolving”, un volume che include tutte le presentazioni discusse in quei giorni di full-immersion nell’evoluzione cerebrale. Si inzia percorrendo la storia della paleoneurologia attraverso il racconto personale della vita di Ralph Holloway, per passare alle teorie metaboliche (Robert Martin e Karin Isler) e all’evoluzione delle dimensioni cerebrali (Tom Schoenemann). Per i fossili poi tocca a l’uomo di Flores (Ralph Holloway), Dmanisi (Dominique Grimaud-Hervé e David Lordkipanidze), i lobi parietali (Emiliano Bruner) e il cervelletto (Anne Weaver). Una breve pausa genetica (Eric Vallender e Bruce Lahn). Segue il blocco neurobiologico: riorganizzazione cerebrale e scimmie antropomorfe (Katerina Semendeferi et al.), neuroimaging (Jim Rilling), MRI a diffusione e neuroanatomia nel gorilla (Jason Kaufman et al.), citoarchitettura (Daniel Buxhoeveden), neurotrasmettitori e primati (Mary Ann Raghanti et al.), corpo calloso e primati (Doug Broadfield), schemi di accrescimento (Janet Monge e Alan Mann), e perikymata (Michael Yuan). Si finisce come sempre sul comportamento, con evoluzione a mosaico (Francys Subiaul), intelligenza e linguaggio (Duane Rumbaugh et al.), e tecnologia (Nicholas Toth e Kathy Schick). Il libro è dedicato a Michael Yuan, organizzatore dell’evento e del volume stesso, deceduto l’anno seguente all’incontro. Nello stesso scenario che vide gli ultimi incredibili acuti di Rahsaan Roland Kirk, Ralph ha suonato del buon jazz con la sua nuova tromba “Bach Stradivarius” … E sulla copertina del libro c’è una sua foto del 1976, barba nera e attenzione  tirata al massimo su  quell’aggeggio che credo sia stato il suo pionieristico “stereoplotter”, una immagine che si commenta integralmente con poche sue parole: “ …those were the days”!

E Bruner


~ di Emiliano Bruner su febbraio 11, 2011.

2 Risposte to “The Human Brain Evolving”

  1. That was fast! Much appreciated, Many thanks!

    Ciao,

  2. […] una macchina rispetto ad un altra? Come immagazzino i dati?). Recentemente è stato pubblicato un volume sull’evoluzione cerebrale, in onore alla carriera di Ralph Holloway, edito dallo Stone Age Institute. La raccolta di lavori […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: