Homunculus

cop510Nell’opera grafica di Hideo Yamamoto è descritta la storia di Susumu Nakoshi, un senzatetto ed un misantropo estremamente legato alla sua macchina, a tal punto che egli preferisce soffrire la fame piuttosto che far mancare la benzina all’autoveicolo. La strane abitudini del protagonista attirano la curiosità di un giovane e ricco studente di medicina, Manabu Ito, interessato a studiare il comportamento umano da una prospettiva psicologica, medica e anche occulta, che lo avvicina, proponendogli di sottoporsi ad una grottesca operazione di trapanazione cranica in cambio di una ingente somma in denaro. Susumu, all’inizio riluttante, si vede costretto ad accettare quando la sua macchina viene sequestrata dalle autorità. Dal giorno in cui subisce l’operazione, al senzatetto cominciano ad accadere cose strane: chiudendosi un occhio con la mano infatti egli può… vedere gli Homunculi nella mente delle persone!

La teoria dell’Homunculus, secondo cui le nostre funzioni esecutive sarebbero governate appunto da un omunculo, un genio o chi per lui, collocato un gradino al di sopra della nostra coscienza, mi è sempre sembrata buona per allestire plot fantascientifici più che per discutere di scienza. Il limite filosofico di questo approccio è sempre più o meno quello del motore immobile: l’homunculus determina la nostra coscienza, ma chi determina l’homunculus? Evidentemente un altro homunculus più piccolo. E così via fino all’infinito, tant’è che, senza mezzi termini, Damasio definisce l’idea dell’homunculus “un abominio”. Eppure, mi sono recentemente reso conto che questo approccio sopravvive ancora oggi nel modello più diffuso e accettato per l’interpretazione della Working Memory: il modello quadripartito di Alan Baddeley. Per stessa ammissione dell’autore, infatti, uno dei componenti del modello, l’esecutivo centrale, potrebbe sollevare il problema dell’homunculus. Il punto è che la questione sembra essere assolutamente accettata senza troppe polemiche (cfr. The Rise of Homo sapiens, Wynn & Coolidge), il che significa che Damasio potrebbe essere chiamato, ironia della sorte, a chiudere un occhio.

D Garofoli

~ di D Garofoli su luglio 25, 2009.

Una Risposta to “Homunculus”

  1. […] cognitiva, piuttosto che come enti teorici postulati a tavolino, mentre il problema dell´Homunculus é risolto focalizzando l´attenzione sulla presenza di diversi moduli centrali, piuttosto che di un […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: